Bimbo “progettato” per curare il fratello

E’ nato nell’ospedale di Siviglia, in Spagna, Javier, un bimbo “progettato” per la cura del fratello. Il suo cordone ombelicale sarà utilizzato per effettuare un trapianto sul fratello di sei anni che soffre di una grave anemia congenita. A tal fine, sono stati fecondati diversi embrioni ed impiantato nell’utero della madre quello che gli specialisti hanno scoperto non vettore della malattia beta-talassemia maggiore. A questo punto si spera che a seguito di un trapianto, grazie alle cellule del cordone ombelicale, il bambino di sei anni cominci a produrre cellule del sangue prive della malattia.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.