Gasparri ironizza: “Su mafiosi e popolo viola”


Durante la conferenza stampa sull’azione di Governo contro la mafia del ministro della Giustizia Angelino Alfano e del ministro degli Interni Roberto Maroni tenutasi al Senato assieme ai vertici del partito di maggioranza per affermare che “questo Governo ha avviato un’azione di contrasto alla mafia senza precedenti negli ultimi decenni”; il capogruppo Pdl Senatore Maurizio Gasparri ha detto: “Alcuni di noi sono docenti di antimafia alcuni della sinistra sono latitanti dell’antimafia” e riferendosi alla foto del mafioso Nicchi ha ironizzato dicendo: “Aveva il maglione viola anche lui, siccome del rosso si vergognano, può darsi che si fosse vestito per andare alla manifestazione invece l’hanno arrestato perché Berlusconi i mafiosi li manda in carcere”.
Al Senatore Maurizio Gasparri possiamo dire che dovrebbe “vergognarsi” dell’incarico politico che ricopre se utilizza la propria carica per “offendere” centinaia di migliaia di cittadini che il 5 dicembre 2009 hanno manifestato il loro dissenso alla politica di governo di questo Esecutivo chiedendo democraticamente le dimissioni del Capo di Governo; assimilandoli ad un mafioso latitante arrestato tempestivamente in prossimità dell’evento.
Il popolo viola non ha nulla di cui vergognarsi.
Nessun sillogismo può essere accettato anche solamente sottinteso tra chi ha preso parte al No B Day e la mafia.

Carmelo Sorbera

Carmelo Sorbera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.