Opus Dei – Licandro: “Rivedere suo riconoscimento da parte dello Stato”

“Le Finanziarie continuano a tagliare la scuola pubblica ma non lesinano risorse alle strutture private, come è il caso delle residenze univeristarie legate all’Opus Dei”. Lo ha detto Orazio Licandro, della segreteria nazionale del PdCI – Federazione della sinistra, durante la presentazione del libro di Emanuela Provera “Dentro l’Opus Dei”, edizione Chiarelettere.

Orazio Licandro, che nel 2007 presentò un’interrogazione parlamentare al Ministro dell’Interno e a quello del Lavoro sia sul massiccio condizionamento psicologico subito da chi appartiene all’Opus Dei e sia sull’eventuale mancato rispetto delle norme in materia di lavoro e di previdenza, ritiene che “questi temi siano ancora oggi di scottante attualità”.

“Può uno Stato laico – domanda Licandro – aldilà della volontaria adesione ad un’organizzazione come l’Opus Dei, permettere che cittadini italiani ricadano in quelle condizioni? Ciò che emerge dalle testimonianze contenute nel libro impone ad ogni coscienza laica, e dunque ancor più allo Stato italiano, la necessità di rivedere il riconoscimento dell’Opus Dei quale persona giuridica, come da decreto del Presidente della Repubblica 285 del 1990”.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.