Trattativa per il rinnovo del CCNL Terziario

“Noi non siamo disponibili ad accettare proposte che possano aggravare la situazione, già difficile, dei lavoratori. Siamo in una fase delicata, le parti datoriali mirano ad incrementare la produttività, attraverso alcune modifiche dell’assetto contrattuale, che però andrebbero a peggiorare le condizioni di lavoro e limiterebbero, tra l’altro, il potere del secondo livello di contrattazione”.

È quanto afferma l’organizzazione sindacale Filcams Cgil dopo l’incontro con Confcommercio per il rinnovo del contratto nazionale del Terziario. Nell’incontro, a delegazioni ristrette, le Organizzazione sindacali Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil si sono confrontate con le parti datoriali per cercare di approfondire i temi più caldi della contrattazione.

Secondo la Filcams Cgil è necessario affrontare i temi legati alla produttività del sistema distributivo, e non solo, quindi, i temi legati alla produttività del lavoro.

“Siamo consapevoli” conclude il sindacato “delle difficoltà del momento, ma c’è bisogno di uscire dalla crisi con una strategia diversa. Dobbiamo ripensare e rinnovare il sistema distributivo, senza però far ricadere tutto sulle spalle dei lavoratori, l’anello più debole di tutta la catena”.

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.