Belgio: fallimento di banca e sciopero generale

In soli quattro giorni il Belgio perde il suo gioiello Fortis Bank, gruppo bancario assicurativo, che viene diviso tra Paesi Bassi e Francia. Il Belgio mantiene solo una minoranza simbolica divenendo uno delle principali vittime della crisi del credito. Con il salvataggio, Fortis Bank, verrà controllata da Bnp Paribas al 75% del capitale.

 La caduta della grande banca si prevede produrrà danni per l’economia belga con una profonda recessione fino al 2010.

Ed oggi lo sciopero generale ha paralizzato il Paese con i treni soppressi e stazioni chiuse, ma anche con tram, metropolitana ed autobus in sciopero il risultato sono stati ininterrotti ed estenuanti ingorghi stradali. Lo sciopero è stato indetto anche in poste, industrie e terziario contro l’aumento dei prezzi cresciuto più del 5% dal 2007. A non voler essere una Cassandra: si spera che tutto ciò non sia un inizio d’Europa.

Anna Palmisano

Anna Palmisano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.