Lepri: Ma Grillo non era contro il voto segreto?

“Grillo ha sempre criticato il voto segreto e imposto la sua linea ai gruppi parlamentari, negando la libertà di mandato fino al punto di cacciarne non pochi. Ora, invece, i pentastellati invocano l’autonomia di giudizio e il voto segreto. Ma i cittadini vogliono sapere, con chiarezza, come ciascun senatore la pensa. Ad esempio sull’elezione diretta: non è vero che i cittadini non scelgano, anzi. I consiglieri regionali che andranno al Senato saranno, tutti o quasi, votati con le preferenze, in una dura competizione. E saranno anche rappresentanti della loro istituzione, oltre che dei cittadini. SEL invece continua nell’ostruzionismo, sperando di avere visibilità. Ma chi semina vento raccoglie tempesta”. Lo dice il senatore Stefano Lepri, vicepresidente del gruppo del Pd.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.